Search:

online discount medstore
advair diskus for sale
buy advair diskus without prescription
allegra for sale
buy allegra without prescription
aristocort for sale
buy aristocort without prescription
astelin for sale
buy astelin without prescription
atarax for sale
buy atarax without prescription
benadryl for sale
buy benadryl without prescription
buy clarinex without prescription
clarinex for sale
buy claritin without prescription
claritin for sale
buy flonase without prescription
flonase for sale
buy ventolin without prescription
ventolin for sale
amoxil for sale
buy amoxil without prescription
augmentin for sale
buy augmentin without prescription
bactrim for sale
buy bactrim without prescription
biaxin for sale
buy biaxin without prescription
buy cipro without prescription
cipro for sale
buy cleocin without prescription
cleocin for sale
buy dexone without prescription
dexone for sale
buy flagyl without prescription
flagyl for sale
buy levaquin without prescription
levaquin for sale
buy omnicef without prescription
omnicef for sale
amaryl for sale
buy amaryl without prescription
buy cozaar without prescription
cozaar for sale
buy diabecon without prescription
diabecon for sale
buy glucophage without prescription
glucophage for sale
buy glucotrol without prescription
glucotrol for sale
buy glucovance without prescription
glucovance for sale
buy micronase without prescription
micronase for sale
buy prandin without prescription
prandin for sale
buy precose without prescription
precose for sale
buy cialis professional without prescription
cialis professional for sale
buy cialis soft without prescription
cialis soft for sale
buy cialis super active without prescription
cialis super active for sale
buy cialis without prescription
cialis for sale
buy levitra without prescription
levitra for sale
buy viagra professional without prescription
viagra professional for sale
buy viagra soft without prescription
viagra soft for sale
buy viagra super active without prescription
viagra super active for sale
buy viagra super force without prescription
viagra super force for sale
buy viagra without prescription
viagra for sale
buy celebrex without prescription
celebrex for sale
buy colcrys without prescription
colcrys for sale
buy feldene without prescription
feldene for sale
buy imitrex without prescription
imitrex for sale
buy inderal without prescription
inderal for sale
buy indocin without prescription
indocin for sale
buy naprosyn without prescription
naprosyn for sale
buy pletal without prescription
pletal for sale
buy robaxin without prescription
robaxin for sale
buy voltaren without prescription
voltaren for sale

Main Menu
Login | RSS |

L. Battaglia, “Fraternità terrestri”

Aprile 13th, 2010 by Giampaolo Azzoni

bd.jpg

Grazie alla sua cortesia, sono lieto di rendere disponibile il saggio di Luisella Battaglia, “Fraternità terrestri”: fraternita-terrestri.pdf

In questo saggio si ritrovano alcuni dei temi della conferenza su “Uomo / animale: continuità / discontinuità” che Luisella Battaglia ha tenuto il 12 aprile 2010 presso l’Almo Collegio Borromeo di Pavia.

Ecco la conclusione del saggio:

“Manifestamente uomo e animale hanno in comune il nascere e il morire, il vivere, la fame, la sete, la paura, il piacere, il dolore. Ma l’animale – si afferma – è confinato al biologico, l’uomo vive nel simbolico. Per il filosofo le opposizioni più significative sembrano giocarsi tra la materia e lo spirito, il corpo e l’anima, la natura e la ragione, l’istinto e l’intelligenza, la necessità e la libertà, il grido e la parola. Sennonchè tali opposizioni – vere e proprie pietre di confine – sono in via di superamento grazie anche agli apporti dell’etologia cognitiva e della neurofisiologia comparata e attendono comunque di essere problematizzate e rivisitate.

Oggi che il problema della sofferenza animale s’impone alla coscienza come una questione ineludibile per la nostra stessa umanità, è forse venuto il momento di ritrovare il senso di una filantropia, come quella plutarchea, a cui nessun dolore è estraneo. Una parentela ci unisce a tutti gli esseri viventi che abitano con noi lo stesso mondo, respirano la nostra stessa aria, comunicano con noi con sguardi e gesti: ne deriva un dovere di affetto, solidarietà e compassione. Plutarco, che celebra la dolcezza come dote in cui si coniugano moderazione e giustizia, disegna un modello di uomo benevolo e saggio la cui filantropia si estende oltre le frontiere della specie.

Nell’idea di cosmopolis – casa comune di tutti gli abitanti della Terra – si delinea l’immagine di un nuovo umanesimo, capace di ritrovare le sue radici nell’humus: un umanesimo non arrogante che, anziché rinnegare la natura, veda in essa il terreno a partire dal quale l’uomo inventa la sua esistenza.”

Posted in animali, bioetica e biodiritto |

3 Responses

  1. Studente di giurisprudenza Says:

    Per quanto sia vero che l’uomo ha dei doveri verso il creato, per quanto sia astrattamente pacifico che agli animali vadano riconosciuti i loro diritti, non è saggio auspicare grandi rivoluzioni giuridiche sotto questo profilo in concreto. Se riconoscessimo dei diritti agli animali, dovremmo poi bilanciarli con i nostri diritti di uomini, essendo i diritti in concreto sempre in contrasto. E se siamo tutti d’accordo che gli animali non vadano torturati proviamo a pensare di riconoscere loro questo diritto. Il giorno dopo faremmo chiudere tante grandi aziende produttrici di carni che li trattano come oggetti da ingrasso, e poi? e poi la carne costerà il doppio e sarà solo per i ricchi, e in Africa la carne non la vedranno proprio più…..In astratto si possono riconoscere tutti i diritti che si vuole, in concreto ogni nuovo diritto riconosciuto ne erode un altro centinaio.Bisogna essere cauti quando si parla di nuovi diritti. Per questi motivi ritengo che questa questione fondamentale per la nostra civiltà vada lasciata intanto all’ etica. E’ la coscienza che deve opporsi alla tortura dell’ animale, non la legge, perchè se si oppone la legge le conseguenze concrete sono imprevedibili. Per ora.

  2. Studente di giurisprudenza Says:

    Cioè ritengo che per ora è meglio agire sulla testa delle persone e non sulla legge. Perciò delle due soluzioni prospettate dalla professoressa io direi che l’etica della responsabilità(che agisce sulle teste soprattutto) sia molto più saggia dell’ etica dei diritti(che agisce sul diritto e non sulla coscienza)….

  3. artù Says:

    Permettimi di chiederti se il tua auspicio e’ reale o solo apparente.
    Dimmi, cosa sucederebbe se l’etica cambiasse veramente il modo di vedere la tortura animale da parte dei consociati?

    Cosa divide, cosi’ coe dici, una rivoluzione etica ed una giuridica?

    E’ stato fatto vanto della moderna civiltà lo specchio del comune pensare nel sistema giuridico d’appartenenza.

    Dunque? E’ possibile ritenere qualcosa astrattamente giusto (parola di significato ignoto o perlomeno paurosamente pericoloso) e non cercare di integrarlo in cio’ che l’ordinamento, secondo principi e valori, ritiene tale?

    ps.
    “per quanto riguarda le conseguenze economiche da lei prospettate, riguardo un ipotetico cambio di trattamento degli animali da macello:

    a) E’ una previsione priva di fondamenti nozionistici di pura economia di base;

    b) Il solo preoccuparsi per un dissesto provocato dalla correzione di un uso scoperto irragionevole la toglierebbe dalla lista delle persone capaci di realizzare il proprio IO.”

Invia un commento